L'accoglienza profughi presso l' Oratorio San Carlo di Monza



L'8 aprile sono stati accolti per la prima volta, presso il centro temporaneo di prima accoglienza dell'Oratorio San Carlo di Monza, un gruppo, 29 persone, di profughi provenienti dall'Ucraina, composto da donne e bambini tra i 10 e i 15 anni.


Il presidente della Croce Rossa Italiana- Comitato di Monza, dr. Funaro, durante l'intervista rilasciata a Local Team ha dichiarato che: " i volontari di Croce Rossa si sono occupati di gestire principalmente l'assistenza immediata alle persone, accompagnandole all'interno del centro e dando indicazioni basilari, sono poi stati organizzati dei Kit di benvenuto contenenti materiale per l'igiene personale e abiti di ricambio in modo da fornire un primo aiuto e sollievo alle stesse dopo il lungo viaggio e inoltre è stata messa a disposizione un'ambulanza per trasportare presso i centri ospedalieri le persone che necessitano di cure mediche; il Presidente ha inoltre ringraziato la grande disponibilità dei volontari sia nella preparazione che nella gestione del plesso".


E' stata, inoltre, anche la prima volta che si è attuata una procedura operativa di prima accoglienza stabilita fra le varie associazioni che si sono occupate di quest'ultima.

Croce Rossa Italiana-Comitato di Monza ringrazia quindi l'Oratorio di San Carlo per aver messo a disposizione gli spazi per l'accoglienza, i Volontari che hanno risposto alla richiesta di aiuto e tutte le associazioni del territorio che hanno aiutato a realizzare questa iniziativa : la Polizia Locale di Monza, la Protezione Civile, la Prefettura di Monza e Brianza, la Questura di Monza, i Carabinieri di Monza, ATS Brianza- dip. igiene e prevenzione sanitaria, AREU, i Servizi Sociali del Comune di Monza e i Mediatori Culturali.



Post recenti

Mostra tutti