L’Albero Solidale in Croce Rossa “Portate un regalo per i bambini monzesi che vivono in famiglie in difficoltà”

Monza 11 dicembre 2020 – In questo Natale particolare, per molte famiglie monzesi segnato da lutti e da ristrettezze economiche, il Comitato di Monza della Croce Rossa Italiana vuole donare un sorriso ai più piccoli. A loro non può essere negata la gioia del Natale, l’attesa di un dono da scartare sotto l’albero, gli occhi che brillano davanti alla magia della festa.

La CRI di Monza ha deciso di scendere in campo con il progettoL’Albero Solidale per regalare la gioia del Natale ai bambini ospitati con le loro mamme in Cascina Cantalupo, e ai bimbi di alcune famiglie indigenti segnalate dai Servizi sociali di Monza e seguite dal gruppo #Foodforall.

Ma per realizzare questo sogno è necessario l’aiuto della popolazione. Nella sede di via Pacinotti 2 i volontari hanno già decorato un bellissimo albero di Natale dove i cittadini dal 12 al 19 dicembre, dalle 8 alle 20, potranno consegnare il loro regalo, abbinando per chi lo desidera anche un biglietto destinato a quel bambino o quella bambina che grazie alla loro generosità il giorno di Natale potrà vivere la magia della sorpresa.

Servono regali per bambini di età compresa tra i 5 e i 16 anni, sia maschi sia femmine. Sono richiesti giocattoli nuovi (in caso di gioco che funziona con pile si chiede di abbinarle alla confezione), peluche, bambole, giochi da tavolo, puzzle, costruzioni e giochi che stimolino la fantasia e la manualità. Ben vengano anche pennarelli, matite colorate, album e libri da colorare. I regali non vanno impacchettati.

Il 21 dicembre i volontari consegneranno i balocchi in Cascina Cantalupo e presso la sede di #Foodforall che poi penserà a distribuirli alle famiglie indigenti.

“Ancora una volta chiediamo un aiuto ai monzesi che quest’anno si sono dimostrati particolarmente generosi – commenta Dario Funaro, presidente del Comitato di Monza della CRI -. Purtroppo anche nella nostra città sono in aumento le famiglie in condizioni di indigenza. Dietro a una mamma che ha perso il posto di lavoro, dietro a un papà che si trova in cassa integrazione e che guarda al futuro con paura, ci sono i bambini. Anche i nostri minori sono vittime di questa pandemia e oggi in tante, spesso insospettabili famiglie, i genitori non possono permettersi di mettere un dono sotto l’albero di Natale. Noi, con il vostro aiuto, vogliamo che la mattina del 25 dicembre ogni bambino e adolescente monzese possa scartare il suo pacchetto”.

“Come affermava Madre Teresa di Calcutta ogni fanciullo ha il diritto di essere un bambino – ricorda Daniela Bramati, vice presidente della CRI Monza, con delega all’obiettivo sociale -. Quest’anno più che mai i bambini e le famiglie hanno bisogno di serenità e di un sorriso che si può ritrovare anche giocando insieme. I bambini hanno bisogno di stimolare creatività e fantasia, dopo mesi chiusi in casa lontano dagli amici e dallo sport”.

L’iniziativa ha ottenuto il patrocinio del Comune di Monza.

FacebookLinkedInInstagramYouTube