L’Albero della solidarietà in CRI Oltre duecento regali per i bambini monzesi in difficoltà

Monza 23 dicembre 2020 – I monzesi si sono trasformati in elfi di Babbo Natale e hanno consegnato oltre duecento giocattoli in Croce Rossa. Giochi per bambini (bambole, peluche, macchinine, costruzioni ….), giochi in scatola per gli adolescenti, libri, matite, pennarelli, libri da colorare: un carico straordinario di balocchi e di generosità che in queste ore sono in viaggio per lo smistamento e la consegna ai minori che vivono in Cascina Cantalupo, ai figli di alcune famiglie monzesi in difficoltà seguite dal gruppo #Foodforall, ai bambini e ai ragazzi delle famiglie seguite dalla San Vincenzo e dalla Caritas. Per i piccoli accolti nella struttura di viale Sicilia è prevista una sorpresa: i doni arriveranno a bordo di un’ambulanza.

Ha riscosso un grandissimo successo l’iniziativa dell’Albero Solidale promossa dal Comitato di Monza della Croce Rossa Italiana, con l’obiettivo di regalare un Natale di festa ai bambini delle famiglie che stanno attraversando un momento di difficoltà economica.

All’appello hanno risposto subito in tantissimi: centinaia le consegne direttamente in Croce Rossa da parte di semplici cittadini, gruppi di amici, genitori, nonni, associazioni e scolaresche. Anche la rete si è attivata al fianco della CRI: ottima la risposta dei follower del gruppo Facebook EasyMonza che hanno consegnato i doni direttamente nel punto di raccolta attivato nel negozio Sonia Hair di via Cavallotti.

“Grazie monzesi – commenta Dario Funaro, presidente della CRI -. Grazie perché, ancora una volta, avete risposto con entusiasmo e con generosità al nostro appello. In questi mesi siete sempre stati al nostro fianco: ci avete sostenuto quando abbiamo chiesto donazioni e aiuti, e adesso a Natale avete capito che per noi era importante continuare a regalare l’emozione della festa ai bambini, fortemente penalizzati dalla pandemia”.

“Il nostro impegno al fianco delle associazioni che si occupano dei minori e delle famiglie in difficoltà proseguirà anche durante l’anno – spiega Daniela Bramati, vicepresidente della CRI Monza con delega all’obiettivo sociale -. Purtroppo l’emergenza sanitaria ha messo in ginocchio molte famiglie, e il mettersi in rete è lo strumento migliore che abbiamo a disposizione per raggiungere e rispondere concretamente a tutte le richieste di aiuto del territorio”.

FacebookLinkedInInstagramYouTube